AGRIGENTO – Differenziata, la Uil:”Fontana si dimetta”

Continuano proteste e polemiche senza fine per la gestione del servizio di raccolta differenziata ad Agrigento. La Uil chiede le dimissioni dell’assessore all’ambiente del Comune, Mimmo Fontana. “Dobbiamo constatare che questa amministrazione , con in testa Firetto e Fontana, in 2 anni e mezzo, hanno solo creato disastri, tensioni sociali e il black out  al servizio integrato dei rifiuti – scrivono Gero Acquisto e Nino Stella della Uil. Abbiamospiegato vanamente al Sindaco  e all’assessore che con la differenziata su tutti i quartieri della città bisognava potenziare la forza lavoro per garantire la raccolta, lo spazzamento e i servizi essenziali. E invece questa amministrazione taglia da 157 a 127 gli operatori ecologici pare che avesse risolto tuitti i problemi. Come stanno vedendo tutti gli agrigentini , il servizio è peggiorato . E gli operatori ecologici , pur essendo a fine anno , ancora devono smaltire , tantissimi giorni di ferie- prosegue la Uil e questo perchè le imprese non sono in condizioni di concederle. La mancanza del personale bloiccherebbe l’intero servizio. I punti di accesso per il ritiro  dei mastelli hanno messo a nudo tutte le pecche nel gestire l’iter della differenziata. Sarebbe stato più costruttivo sedersi ad un tavolo  e guardare bene la realtà, altro che fake news! Per tutto ciò chiediamo, ancora una volta, le dimizzion i dell’assessore Fontana”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.