AGRIGENTO – Don Sebastian Kenda Ntumba, nuovo cappellano di Piano Gatta,

Come promesso Don Sebastian Kenda Ntumba, originario del Congo, attuale parroco della parrocchia di Maria Santissima della Catena a Villaseta e già vicario foraneo a Palma di Montechiaro, ha partecipato all’incontro con il Comitato per ufficializzare il suo insediamento come cappellano del Camposanto di Piano Gatta. Don Sebastian aveva ricevuto l’incarico nei giorni scorsi dall’Arcivescovo di Agrigento Mons. Francesco Montenegro, poco prima della sua partenza verso Lampedusa per l’accoglienza di Papa Francesco.

«Sono davvero contento di essere qui per contribuire al vostro percorso di fede – ha detto Don Sebastian ai membri del comitato e a tutto lo staff di Piano Gatta – ma desidero soprattutto che la Santità di questo luogo, che voglio appunto chiamare Camposanto, contagi sia coloro che vengono a deporre un fiore sulla tomba dei propri cari sia coloro che lavorano qui e s’impegnano quotidianamente per la crescita di quest’opera. Entrare in questo Camposanto non dovrà trasmettere dolore, smarrimento o rimpianto, ma chiunque uscirà da qui, dopo aver fatto visita ai propri cari, dovrà sentirsi rincuorato sereno e pieno di gioia poiché ha acquisito la consapevolezza che i defunti riposano in un luogo permeato di Santità. Qui si entra in pace e si esce con gioia».

Il presidente del Comitato Mario Gallo e il concessionario Salvatore D’Anna, che hanno introdotto i lavori, hanno voluto ringraziaare Don Sebastian e tutti i componenti del Comitato che hanno partecipato all’incontro. In particolare il geom. Salvatore D’Anna ha ringraziato l’arcivescovo Don Franco, il vicario dell’Arcidiocesi agrigentina Don Melchiorre Vutera e lo stesso Don Sebastian per la sua presenza e disponibilità. Il Comitato, poco prima di accogliere Don Sebastian, si è anche concentrato sul problema della strada che collega Villaseta con Piano Gatta ancora chiusa a causa dei lavori di rifacimento, ormai bloccati da troppo tempo.

«Se questo Camposanto sarà sempre più ordinato ed efficiente – ha detto il geom. Salvatore D’Anna – non potrà che essere lo specchio di una città che avrà i medesimi pregi. La storia ci insegna che per conoscere le radici e l’identità di una città e verificarne la vivibilità, bisogna partire proprio dal suo Camposanto. Il nostro impegno, anzi la nostra missione fin dal principio, è fare in modo che tutti coloro che varcano la soglia di Piano Gatta escano sentendosi meglio e più sereni». «Il Comitato s’impegnerà a collaborare a stretto contatto con il cappellano – ha aggiunto il presidente

Mario Gallo – e il nostro obiettivo comune sarà quello di stare vicino alle famiglie per ascoltare ed assecondare i loro bisogni e desideri». Il 26 luglio il Comitato convocherà una conferenza stampa per illustrare il cartellone degli appuntamenti estivi dedicati alla musica sacra a Piano Gatta.

In quell’occasione Don Sebastian celebrerà la sua prima Santa Messa all’interno del Camposanto, seguita dal primo concerto sacro.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.