AGRIGENTO – Dopo l’arresto, Salvatore Siracusa non risponde alle domande del Gip

Dopo l’arresto di qualche giorno fa, Salvatore Siracusa, 49 anni, di Porto Empedocle, è stato interrogato dal gip del Tribunale di Agrigento, Alessandra Vella, assistito dal suo legale, ma ha deciso di non rispondere.  Siracusa è stato arrestato la scorsa settimana con l’accusa di essere coinvolto in un vera e propria attività illecita di ferro rubato, che rivendeva alla ditta di demolizione Nobile. Intanto, a proposito della ditta Nobile, nei prossimi giorni  sarà stabilità la data per l’udienza  al Tribunale del Riesame per decidere sulla richiesta di dissequestro dell’impianto di stoccaggio. I responsabili della stesa ditta  risultano indagati, con l’accusa di avere acquistato in nero i materiali che Siracusa avrebbe rubato: ferraglia, rame, guardrail, inferriate, tombini e tralicci della luce.
L’indagine è stata condotta dai carabinieri, con il coordinamento della Procura della Repubblica di Agrigento, che hanno seguito e ascoltato Siracusa per diversi mesi con intercettazioni ambientali e telefoniche.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.