AGRIGENTO – Ferragosto con il drone:una follia degna di un circolo dantesco![VIDEO][FOTO]

Nella divina commedia di Dante l’Inferno era rappresentato da aree circolari con circoli, gironi e le bolge. Per avere un’idea reale di questo inferno dantesco basterebbe passare la notte di ferragosto nelle spiagge agrigentine.

Il copione è sempre lo stesso, da anni e sempre ampiamente previsto: una incivile follia generalizzata, e nessuno, davvero nessuno, è sorpreso più di tanto! Eppure basterebbe molto poco per rientrare nei crismi della legalità: rispettare le leggi. Ma pochi lo fanno.

Quella che fa vedere il drone è l’abituale cornice ferragostana del mare ai piedi della Valle dei Templi di Agrigento, e il costo a carico degli agrigentini, assediati da tre giornate infuocate, è ancora più bruciante. Il pagamento degli operatori ecologici ingaggiati per pulire, dei mezzi per trasportare i rifiuti e conferirli in discarica, poi alberi e arbusti vari tramortiti, immolati e bruciati tra i falò selvaggi, e poi, il peso più fastidioso: tre giornate di deiezioni umane scaricate e depositate chissà dove.

Perché tutto ciò? Perché pagare un prezzo così elevato? Perché non è possibile rimediare in tempo?

A San Leone la lobby dell’indifferenza e della strafottenza, la stessa che ha governato Agrigento negli ultimi anni inchiodandola stabilmente tra le ultime nelle graduatorie d’Italia, prevale su tutto e tutti, tranne che, sul drone di Mareamico e di Dronedary.

LE CONSIDERAZIONI

MAREAMICO AUSPICA, DOPO LA RISONANZA CHE HA AVUTO LA NOTIZIA A LIVELLO NAZIONALE (servizio del TG5, Repubblica e Corriere della sera), CHE GIA’ DAL PROSSIMO ANNO POSSA TERMINARE QUESTA INCIVILE PRATICA DELL’OCCUPAZIONE SELVAGGIA DEL DEMANIO PUBBLICO – CHE TRA L’ALTRO E’ VIETATA DALLA LEGGE – E CHE IL PREFETTO SI FACCIA CARICO – PER TEMPO – DI ORGANIZZARE UN ADEGUATO NUCLEO INTERFORZE FINALIZZATO A CANCELLARE QUESTA BRUTTA TRADIZIONE COINVOLGENTO LA PROSSIMA AMMINISTRAZIONE, AL FINE DI ORGANIZZARE DELLE CIVILI MANIFESTAZIONI ALTERNATIVE.


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.