AGRIGENTO – Feto morto dopo 30 settimane di gestazione estratto con cesareo: 9 indagati

Sono stati iscritti nel registro degli indagati 9 persone dal sostituto procuratore della Repubblica di Agrigento, Sara Varazzi, dopo la denuncia presentata da una coppia di Raffadali (Agrigento) a seguito dell’estrazione con parto cesareo di un feto giunto alla 30esima settimana.

Sono indagati 3 ginecologi, 2 ostetriche, un’infermiera e 3 portantini dell’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento. Poche settimane fa, la donna non sentendo movimenti del feto da qualche giorno, avrebbe deciso di recarsi nella struttura sanitaria per eseguire degli accertamenti.

Non appena giunta nel nosocomio, la donna sarebbe stata immediatamente ricoverata, poi, a causa del peggioramento del quadro clinico, il personale sanitario avrebbe deciso di estrarre il feto morto. La coppia, sconvolta da quanto successo, ha successivamente deciso di presentare denuncia alla Procura.

E’ stata eseguita dai medici legali, come disposto dal pubblico ministero, l’autopsia sul feto. L’esito dell’esame autoptico è fondamentale per lo sviluppo delle indagini da parte degli inquirenti.

Condividi
  • 33
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    33
    Shares
  • 33
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.