AGRIGENTO – Giallo di Punta Bianca, Nicolò Conti forse morto per malore improvviso

Esclusi omicidio e suicidio. L’autopsia durata 2 ore e mezza,  sulla salma del 30 enne  di Agrigento, Nicolò Conti, ritrovato mercoledi pomeriggio, privo di vita in un canneto  di Punta Bianca ed effettuata dal medico legale Cataldo Raffino dell’università di Catania ha appurato che il trentenne non aveva fratture, nè alcun segno di violenza. Investigatori ed inquirenti adesso possono soltanto ipotizzare che la morte di Nicolò Conti sia stata causata da un malore improvviso. Ma per effettuare e valutare gli esami biologici e chimici , il medico legale avrà bisogno di alcune settimane, per dare la certezza assoluta e specificare anche il tipo di malore. Non è escluso che il giovane possa anche avere avuto un infarto. Resta , però, intanto,il mistero della sua Fita Panda rossa, finita con le ruote posteriori in un fosso.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.