AGRIGENTO – Gibilaro costretto a ritirare atto indirizzo “solidale”

Al consiglio comunale di Agrigento, in occasione del dibattito sul bilancio di previsione 2015, il consigliere comunale Gerlando Gibilaro ha proposto un atto di indirizzo per la riduzione del 50 % delle indennità di carica del Sindaco, della Giunta, del Presidente del Consiglio e dei Consiglieri Comunali per gli anni 2016 – 2017, destinando le somme risparmiate alla solidarietà sociale ed alle iniziative di sostegno a disabili,i soggetti affetti da patologie gravi che necessitano di cure fuori Agrigento, e alle famiglie che vivono sotto la soglia di povertà. Gerlando Gibilaro afferma : “L’amministrazione, per ragioni di risanamento finanziario, ha tagliato servizi essenziali per 1milione e 150mila euro per 30 anni. Il mio atto di indirizzo compensativo è stato purtroppo condiviso solo dai consiglieri Civiltà, Picone, Spataro, Iacolino, Palermo e Vaccarello. Dunque, non raggiungendo il numero di 9 consiglieri, sono stato costretto a ritirare l’ atto di indirizzo. Ringrazio comunque i consiglieri che lo hanno firmato, per la sensibilità dimostrata a favore degli agrigentini meno fortunati. Fortunatamente siamo tutti uguali, tutti diversi”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.