AGRIGENTO – Gibilaro : “La mia indennità per U venniri a villa”

Agrigento, la festa collaterale a San Calogero, U venniri a villa, come annunciato, e pubblicato ieri, con rammarico dagli addetti ai lavori, non si svolgerà perché l’ amministrazione comunale è a corto di risorse economiche. In proposito interviene il consigliere comunale di Agrigento, Gerlando Gibilaro, che afferma : “ U venniri a Villa” rappresenta da anni per gli agrigentini veri un momento dall’alto valore simbolico, che dà inizio a tutti gli effetti ai festeggiamenti dell’amato Santo Nero e che di fatto raduna, in un clima gioviale, centinaia di fedeli ed anche turisti attratti dalla secolare festa che abbina fede e tradizioni popolari. L’ importo totale annuale che percepisce la Giunta Firetto è 353mila e 280 euro, e che risulta essere il più costoso che la storia politica agrigentina conosca. In quest’anno di Amministrazione gli Agrigentini hanno assistito ad uno sperpero esagerato di denaro pubblico come per la festa del Mandorlo in Fiore, nonché per il Concertone di Capodanno con Platinette, per non parlare poi delle pietre artistiche posizionate il Piazza Lena e Piazza San Giuseppe. Invito l’Amministrazione Firetto ad adoperarsi nel più breve tempo possibile al reperimento delle somme necessarie per lo svolgimento della manifestazione. Sono disponibile a versare integralmente la mia indennità di Consigliere Comunale del mese di maggio estendendo l’invito a tutta l’amministrazione e a tutti i Consiglieri . Gli Agrigentini veri che pagano i tributi locali ai massimi livelli previsti dalla legge non possono essere privati dalle proprie tradizioni” – conclude Gibilaro.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.