AGRIGENTO – Giustizia, D’Angelo lascia la Magistratura

Il presidente del Tribunale, Luigi D’Angelo, lascia la magistratura e di conseguenza il proprio incarico di capo dell’Ufficio giudiziario agrigentino.

La notizia, che già comunque circolava negli ambienti, è stata comunicata ufficialmente nel corso di un’assemblea convocata per i consueti scambi augurali in vista della prossima Santa Pasqua.

La dottoressa Luisa Turco, che sostituirà D’Angelo fino alla nomina del prossimo presidente, ha tracciato il profilo umano e professionale del giudice, sin dal suo ingresso in magistratura. Ha ricordato l’impegno come presidente della Corte di Assise, ai tempi dei maxi processi contro esponenti di Cosa Nostra e Stidda agrigenta. Era lui il presidente del collegio che inaugurò la stagione dei processi nell’aula bunker del carcere di Contrada Petrusa.

Significativo anche l’intervento del giudice Alessandra Vella, presidente dell’ANM agrigentina, che ha sottolineato l’esempio dell’”uomo” D’Angelo “giudice nella sua città”.

“Ho voluto approfittare degli auguri di Pasqua per salutare, per non commuovermi troppo” ha dichiarato il presidente: “Non ho mai tentato altre strade, ho sempre voluto fare il magistrato. Sono contento e orgoglioso di averlo fatto nella mia terra. Sono grato a tutti i colleghi e al personale che mi è stato accanto.

Voglio rivolgere un pensiero a Rosario Livatino”.

Poi D’Angelo ha concluso: “Ho ricevuto attestati di stima e di sostegno per un mio presunto impegno in politica, cosa che escludo, almeno per il momento”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.