AGRIGENTO – Iacolino: CE tenga conto di scommesse clandestine e servizi di gioco online

In occasione del convegno “Scommesse clandestine ed Etica nello sport” organizzato ad Agrigento dall’Associazione Giovane Europa, é intervenuto l’eurodeputato Salvatore Iacolino, che ha affermato l’importanza di sistemi di licenze e di controllo nel contrasto al fenomeno delle scommesse illegali e, conseguentemente, la necessità di regolamentazioni adeguate anche in Paesi terzi con i quali l’UE sta negoziando accordi di libero scambio commerciale.

“Accanto alla lotta al doping e alla promozione di stili di vita sani per gli atleti, credo sia importante difendere l’integrità di chi pratica sport a livello agonistico e amatoriale attraverso un contrasto fermo e deciso al fenomeno delle partite truccate.

Nonostante in Italia le scommesse sportive abbiano accusato nel 2011 una battuta d’arresto con una raccolta di 3,9 miliardi di euro (a fronte dei 4,4 mld di euro dell’anno precedente), l’industria delle scommesse illegali si sta estendendo in modo esponenziale in Europa e in Asia grazie all’utilizzo di internet.

Il match-fixing, e la relativa corruzione di atleti e giocatori, rappresentano una minaccia all’economia lecita e arrecano, inoltre, grave danno a chi ama lo sport sano e scommette legalmente sui propri campioni preferiti.

Nel tutelare i consumatori e gli operatori di gioco online e offline, l’Unione Europea dovrebbe pretendere dai propri partner commerciali maggiori garanzie e sistemi di monitoraggio che consentano di contrastare efficacemente un business mondiale di circa 385 miliardi l’anno con puntate su eventi sportivi che alimentano l’attività di organizzazioni criminali transnazionali.

È inaccettabile che la mancanza di una regolamentazione adeguata permetta di scommettere senza limiti su una singola competizione attraverso siti internet asiatici: ho chiesto in un’interrogazione depositata in questi giorni alla Commissione Europea che si tenga debito conto delle scommesse illegali e dei servizi di gambling online durante i negoziati di accordi di libero scambio con i Paesi terzi.”

Al convegno sono intervenuti, tra gli altri, Angelo Giglio (Vice Presidente Nazionale Federazione Medico Sportiva FMSI  – Coni; Rosario Fina, ex CT nazionale Donne Ciclismo, Francesco Navarria (Agente Fifa), Calogero Lo Presti, Presidente Provinciale del Coni di Agrigento e l’europarlamentare, Salvatore Iacolino.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.