AGRIGENTO – Il 6 e 7 giugno stato di agitazione dei netturbini

Agrigento, ancora caos nettezza urbana. Sono in sciopero i netturbini in servizio all’ Ato Gesa Agrigento 2. La protesta è provocata dalla presunta mancanza di garanzie occupazionali legate al nuovo bando del Comune di Agrigento per la gestione del servizio di raccolta dei rifiuti. Nel frattempo, l’ Ugl di Agrigento, coordinata da Roberto Migliara, ha confermato lo stato di agitazione e lo sciopero del comparto nettezza urbana per le giornate del 6 e 7 giugno ad Agrigento. Lo stesso Migliara afferma : “i numerosi tavoli di confronto con il sindaco Zambuto, nel corso dei quali il sindacato ha più volte ribadito che i lavoratori non si toccano, e nonostante siano state evidenziate criticità nel bando di gara, le richieste di chiarimenti al dirigente del settore, Gaetano Di Giovanni, da parte del vice sindaco Luparello, ad oggi riscontrano un imbarazzante silenzio. Invece di concentrare l’attenzione sul futuro bando settennale, non si comprendono i motivi per cui il dirigente continui a difendere il proprio operato, visto gli inviti del sindaco e vice sindaco di procedere alla revoca del bando”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.