AGRIGENTO – Il Cga sospende un’altra informativa della Prefettura

Il Cga, il Consiglio di giustizia amministrativa, ha sospeso un’altra, l’ennesima, informativa antimafia emessa dalla Prefettura di Agrigento. Una società con sede a Favara, A C srl, ha subito la sospensione dei rapporti con il Confidi, che è il Consorzio di garanzia fidi tra piccole e medie industrie della provincia di Agrigento, perché la Prefettura di Agrigento ha emesso a suo carico una informativa antimafia in ragione di un rapporto di parentela con un omonimo residente a Castrofilippo, inquisito nell’ ambito dell’ inchiesta antimafia cosiddetta Family, ed in ragione di frequentazioni, risalenti nel tempo, dell’ex legale rappresentante della società. La società favarese ha proposto un ricorso tramite gli avvocati Girolamo Rubino e Leonardo Cucchiara. In particolare, Rubino e Cucchiara hanno controbattuto che il congiunto degli imprenditori favaresi residente a Castrofilippo è stato assolto in Appello e Cassazione “per non avere commesso il fatto”, e, peraltro, è stato assolto prima che fosse adottata l’informativa. E le frequentazioni incriminate si riferiscono alla partecipazione a due funerali, nel 2005 e nel 2006. Il Consiglio di giustizia amministrativa non ha esitato a sospendere l’informativa, respingendo le rimostranze del ministero degli Interni e dell’ Unione degli Industriali e degli artigiani della provincia di Agrigento che hanno resistito in giudizio.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.