AGRIGENTO – Il Presidente del Consiglio Trupia: “Mi dissocio dalla Sagra”

Il presidente del Consiglio comunale di Agrigento, Aurelio Trupia, annuncia che non parteciperà alle cerimonie ufficiali dell’ edizione 2014 della Sagra del Mandorlo in fiore. Trupia si rammarica per come è stata organizzata e per come è gestita adesso la Sagra, e afferma : “l’amministrazione Zambuto, non curante delle gravi difficoltà economiche in cui versano i cittadini, ai quali si chiedono continui sacrifici, e con una città impresentabile agli occhi dei turisti, ha voluto che la manifestazione si svolgesse regolarmente, il tutto all’insegna dell’improvvisazione, come testimoniato, ad esempio, dall’ arrivo di alcuni gruppi in netto anticipo rispetto alla data fissata per l’evento. La Sagra, da prestigiosa vetrina internazionale per la promozione e valorizzazione del territorio, è stata trasformata in una farsa grottesca dove l’immagine della città di Agrigento ne esce, mediaticamente e diplomaticamente, con le ossa rotte. E’ un danno immenso per operatori turistici, le strutture ricettive e l’intero filone dell’economia che gira attorno a questa kermesse. E’ davvero uno scempio dal quale ritengo doveroso, per il ruolo istituzionale che ricopro, di prendere le debite e legittime distanze”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.