AGRIGENTO – Il processo sulle spese alla Provincia: una condanna

Una condanna e quattro assoluzioni nell’ambito del processo a carico di cinque funzionari della Provincia regionale di Agrigento accusati di abuso d’ufficio ed altro, perchè avrebbero autorizzato, senza verificarne la fondatezza, le spese istituzionali dell’allora presidente della Provincia, Eugenio D’Orsi. Il Tribunale di Agrigento ha condannato il vice direttore generale dell’Ente, Ignazio Gennaro, a otto mesi di reclusione. “Il fatto non sussiste”, invece, per i funzionari Giuseppina Miccichè, Piero Hamel, Antonino Graci e Gaetano Gucciardo. La Procura contestava ai cinque funzionari la responsabilità di aver autorizzato le spese istituzionali del presidente D’Orsi, ravvisando nel loro comportamento uno specifico interesse nel soddisfare gli interessi personali del presidente piuttosto che perseguire legittimi fini istituzionali. Le richieste del Pm Cinque erano state le seguenti: tre anni per Ignazio Gennaro; sette mesi per Hamel e Gucciardo; un anno e mezzo per Miccichè e Graci.

Oltre all’accusa principale, relativa alle procedure di rimborso delle spese sostenute da D’Orsi, venivano contestate altre ipotesi di abuso di ufficio. Un filone dell’inchiesta era relativo all’acquisto di alcuni beni di rappresentanza. Altre accuse riguardavano l’illegittimo affidamento esterno di alcuni incarichi che, invece, secondo l’accusa potevano essere evitati facendo ricorso a risorse interne.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.