AGRIGENTO – Il Tribunale annulla le cartelle esattoriali a favore di Luigi Gentile, l’Avv. Rubino ha eccepito la non legittimità

L’8 ottobre del 2015 è stato intimato all’ex assessore regionale agrigentino, Luigi Gentile, il pagamento alla Regione Sicilia di 241mila e 671 euro a seguito di una sentenza della Corte dei Conti per danno all’Erario. E nel 2016 Gentile ha ricevuto due avvisi di pagamento da parte di Riscossione Sicilia, con provvedimenti preventivi su suoi beni immobili e mobili. Ebbene, contro tali atti esattoriali, emessi da Riscossione Sicilia, Luigi Gentile, tramite l’avvocato Girolamo Rubino, ha presentato opposizione. L’avvocato Rubino ha eccepito la non legittimità della pretesa di risarcimento del danno all’Erario, in ragione di una compensazione già intervenuta da parte delle competenti amministrazioni regionali nei confronti degli enti di formazione beneficiari del decreto di finanziamento emesso da Gentile quando è stato assessore al Lavoro. E tale compensazione ha quindi determinato un difetto del danno all’Erario a seguito dell’avvenuto recupero delle somme richieste. In giudizio si è costituita la Regione Sicilia. Il Tribunale di Agrigento, Sezione Civile, ha prima sospeso la pretesa risarcitoria, e adesso, esaminando il merito della controversia, ha condiviso le tesi dell’avvocato Girolamo Rubino. Pertanto il dottor Luigi Gentile non rimborserà nulla. E la Regione pagherà le spese giudiziali, liquidate in 3mila e 795 euro.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.