AGRIGENTO – In aumento le truffe telematiche

Venti agrigentini – sette maggiorenni e tredici minorenni – hanno presentato una denuncia per essere stati truffati a seguito di compravendite su internet. Lo scrive il quotidiano La Sicilia. Si tratta di casi in cui la merce pagata non è stata inviata e casi in cui gli acquirenti hanno ricevuto prodotti di scarso valore, diversi rispetto a quelli concordati. 

La maggior parte delle denunce riguarda acquisti di telefoni cellulari, di Xbox ossia console per videogiochi, piccoli elettrodomestici e prodotti elettronici. Qualche donna invece è caduta nella rete della truffa del Bimby. In base al modello, l’apparecchio può arrivare a costare anche oltre 1.000 euro. Ma su internet è stato proposto ad un prezzo che varia dalle 300 alle 400 euro. 

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.