AGRIGENTO – In corteo per Ballarò???

Un lungo serpente colorato e arrabbiato ha attraversato ieri sera la via Atenea per la manifestazione #Agrigentomanifesta, nata spontaneamente sul social network Facebook dopo lo scandalo suscitato dal gran numero di commissioni consiliari svolte dal Consiglio comunale di Agrigento.

Tanti gli slogan, tutti contro l’attuale classe politica e contro i consiglieri, accusati di aver percepito senza alcun merito quelle somme e di aver, con il loro comportamento, contribuito a rendere la città peggiore.

Una marcia apartitica, apolitica e priva di alcun simbolo di appartenenza ideologica che ha chiesto, a gran voce, che i consiglieri comunali in carica si dimettano. Il corteo, che ha avuto un solo momento di tensione dopo il lancio di un grosso petardo tra la folla (che non ha però provocato feriti), è arrivato fino a piazza “Pirandello”,dove si è tenuto un comizio “partecipativo”, aperto cioè agli interventi, e dove ad attendere la folla c’erano le telecamere di Ballarò, che hanno trasmesso immagini e interviste dell’evento.

Importante, infine, far notare come molti negozianti hanno chiuso le loro attività in anticipo come segno di solidarietà alla manifestazione, alla quale tra l’altro hanno partecipato alcune associazioni di lavoratori come gli Insegnanti in movimento, che si battono per veder riconosciuti i diritti dei docenti e gli ex ausiliari dell’Asp dell’associazione Asso. Tra le fila dei manifestanti erano presenti anche diversi studenti, tra cui i componenti del collettivo studentesco “Sempre in lotta”.

Complimenti alla città di Agrigento per avere risposto a questa manifestazione, non ha importanza dire che erano in 500 o in 1000 i presenti. Questa volta, conta capire, se tutti sono scesi in piazza a protestare in maniera convinta per dire no a questa politica “scellerata” che negli anni ci ha ridotti cosi come siamo, o se si è’ scesi in piazza per non sfigurare nei confronti del collegamento su Rai Tre con la nota trasmissione”Ballarò” che poneva ancora una volta sulla città i riflettori di Agrigento e la sua malapolitica a livello nazionale. Se non ricordiamo male, e come testimoniato da diverse email arrivate in redazione da parte degli organizzatori, il corteo avrebbe dovuto partire già alle ore 17, invece, la partenza si è avuta soltanto dopo le ore 19, forse, per far coincidere l’arrivo in piazza municipio, per le ore 21, proprio in tempo per essere pronti alla diretta nazionale?. Vorremo proprio sbagliarci, e per avere una risposta al nostro quesito, basterà attendere semplicemente tre mesi, o forse, anche meno. Un primo segnale lo si avrà alla presentazione delle liste, l’altro, il giorno in cui trionferà il neo eletto Sindaco e a seguire, la squadra che lo supporterà con i relativi consiglieri comunali eletti per la legislatura. Se vedremo volti nuovi, allora, oggi, la nostra è stata solo una valutazione sbagliata dei fatti, se , invece, avremo i soliti noti al palazzo di città, e allora, mi sa che il titolo:”In corteo per Ballarò” sarà stato più che azzeccato. Il tempo ci dirà…….

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.