RACALMUTO – Inchiesta “Sorgente”, chiesta condanna per Petrotto

Pene comprese tra 18 mesi e 6 anni e 6 mesi sono state chieste nel corso del processo abbreviato scaturito dall’operazione antidroga e anticorruzione Sorgente, dai pm di Agrigento. Tra gli imputati l’ex sindaco di Racalmuto Salvatore Petrotto per cui è stata chiesta la condanna a un anno e 4 mesi di reclusione.
Sei anni e sei mesi sono stati chiesti per Angelo Brunetto di Agrigento, 6 anni di reclusione e 33 mila euro di multa per Eleonora Salamone e Mario Fucà sempre di Agrigento, mentre 4 anni di reclusione e 30 mila euro per Calogero Messina di Caltanissetta e Marco Ragusa di Canicattì. Tre anni e sei mesi di reclusione e 28 mila euro di multa per Giacinto Piazza di Canicattì. La pena minore di 1 anno e 6 mesi di reclusione e 2.500 euro di multa invece  è stata chiesta per Salvatore Puma di Racalmuto. Altri imputati hanno preferito il rito ordinario.
L’udienza è stata aggiornata al 18 gennaio quando potrebbe essere emessa la sentenza.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.