AGRIGENTO – Inchiesta “Demetra”: 13 patteggiamenti, 2 condanne e 57 rinvii a giudizio

Al palazzo di giustizia in via Mazzini ad Agrigento, il giudice per le udienze preliminari, Francesco Provenzano, ha giudicato gli imputati nell’ ambito dell’ inchiesta cosiddetta “Demetra”, dal nome dell’ operazione della Procura e dei Carabinieri che il 28 giugno 2013 ha provocato 6 arresti, 2 divieti di dimora e 87 indagati a piede libero per truffe all’ Inps e all’ Inail, tra indennità di disoccupazione e indennizzi per infortuni sul lavoro presunti truccati e indebiti. 13 patteggiamenti di condanna, 53 rinviati a giudizio e 2 condannati in abbreviato, che sono Salvatore Borsellino, 34 anni, di Agrigento, al quale sono stati inflitti 3 anni e 6 mesi di reclusione, e Vincenzo Pavone, 68 anni, di Porto Empedocle, che ha subito 1 anno di reclusione, pena sospesa. La prima udienza per i 53 rinviati a giudizio al processo ordinario è in calendario il prossimo 11 giugno innanzi alla prima sezione penale del Tribunale di Agrigento. I 13 imputati che hanno scelto di patteggiare la condanna sono : Luca Di Stefano 2 anni di reclusione, Daniele Moscato 1 anno e 2 mesi, poi 8 mesi di reclusione ciascuno per Paolo Davide Moscato, Giuseppe Capitano, Giuseppe Camporeale, Giuseppe Di Stefano, Edmondo Biancola, Teresa Fiorino, Raimonda Baretta e Marina Baretta, poi 6 mesi ciascuna per Emanuela Prestia e Simona Forte, e 2 mesi per Giuseppina Todaro. I 13 beneficeranno della sospensione condizionale della pena e pagheranno in solido le spese processuali a favore delle parti civili costituite in giudizio.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.