AGRIGENTO – Inchiesta “Ecap”, chieste 3 condanne

Erano stati rinviato a giudizio, nel  2015  nell’ambito dell’inchiesta su presunti illeciti connessi alle attività dell’ ente di formazione Ecap di Agrigento. Adesso, nel corso della requisitoria al processo di primo grado, la pubblico ministero Chiara Bisso ha chiesto la condanna per corruzione a 3 anni e 6 mesi di reclusione ciascuno a carico del maresciallo dei Carabinieri, Antonino Arnese, 51 anni, a capo del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Agrigento, e  dell’avvocato Ignazio  Valenza, 54 anni, ex presidente dell’Iacp. Inoltre, a carico di Valenza sono stati chiesti altri 2 anni e 6 mesi di reclusione per calunnia a danno di una collega, accusata falsamente di violazioni amministrative nell’ambito delle attività dell’Ecap. Pertanto, la pena complessiva invocata per l’avvocato Valenza ammonta a 6 anni. E poi 2 anni sono stati chiesti per Vincenzo Mangiavillano, maresciallo dei Carabinieri ed ex comandante della Sezione di Polizia giudiziaria alla Procura di Agrigento oggi in pensione in riferimento all’avere rivelato ad Arnese l’esistenza di indagini a suo carico.

Condividi
  • 4
  •  
  •  
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    6
    Shares
  • 4
  •  
  •  
  • 2
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.