AGRIGENTO – Inchiesta “Kerkent”, Andrea Puntorno resta in carcere

I giudici della Corte di Cassazione hanno rigettato il ricorso avanzato dalla difesa di Andrea Puntorno, 42 anni di Agrigento, con cui si chiedeva la scarcerazione. La Cassazione ha invece confermato il provvedimento firmato dal gip Walter Turturici di custodia cautelare in carcere.

Puntorno, che stava scontando una pena di 6 anni, fu arrestato nell’ambito dell’inchiesta Kerkent nel marzo scorso dalla Dia di Agrigento. Per gli inquirenti il capo ultras della Juventus sarebbe un trafficante di droga in contatto con alcune ndrine calabresi.

Il Tribunale del Riesame precedentemente aveva annullato l’ipotesi di reato del concorso esterno in associazione mafiosa. Nei mesi scorsi Puntorno era stato oggetti di un sequestro di 500 mila euro.

Condividi
  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    6
    Shares
  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.