AGRIGENTO – Inchiesta Matrioska, risarcita Anna Argento per ingiusta detenzione

Accogliendo le istanze del difensore, l’avvocato Giuseppe Arnone, la Corte d’Appello di Palermo ha disposto un risarcimento del danno per ingiusta detenzione di 17mila euro a favore della funzionaria del Tribunale di Agrigento, Anna Argento, arrestata ai domiciliari il 24 giugno del 2004, e poi scagionata e assolta, nell’ ambito dell’ inchiesta cosiddetta “Matrioska”, contro, tra l’altro, casi di protestati che avrebbero ottenuto da alcuni tribunali la cosiddetta riabilitazione e quindi la cancellazione dal bollettino dei protesti beneficiando poi degli affidamenti bancari. Si tratta, dopo Giusy Tarantino, della seconda funzionaria del Tribunale di Agrigento per la quale Arnone ottiene il risarcimento per ingiusta detenzione nell’ambito della stessa inchiesta.

 

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.