AGRIGENTO – La Cna contro la nuova norma sui pagamenti introdotta dallo scorso 30 giugno

L’ obbligo del pagamento bancomat. La Cna, la Confederazione nazionale artigiani, sezione di Agrigento, tramite i dirigenti Piero Giglione e Mimmo Randisi, afferma : “Lo spirito della legge, per la verità, è apprezzabile in quanto mira a rendere tracciabili i flussi di denaro per contrastare l’evasione fiscale. Però, il nostro giudizio è complessivamente abbastanza critico. Siamo decisamente contrari a questa novità perché è destinata a produrre ricadute negative sugli artigiani e sui commercianti. La macchinetta elettronica, di cui si dovranno dotare le partite Iva, ha infatti un costo annuo e varie commissioni che, specie in questo particolare momento, non sono sostenibili. E’, per intenderci, un nuovo, ennesimo regalo che si fa alle banche ed è un nuovo, ennesimo colpo inferto nei confronti di chi, con sacrificio quasi eroico, resiste e produce. E’ davvero assurdo e fuori luogo. Si tratta, senza ombra di dubbio, di una misura pesante e dannosa. Noi lotteremo per la gratuità dell’operazione e per l’acquisizione a costo zero della macchinetta elettronica. Solo così un’ idea, in linea di principio positiva, potrà essere condivisa e apprezzata in tutte le sue articolazioni” .

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.