AGRIGENTO – La Procura chiede 7 anni e mezzo di carcere per l’ex sindaco di Licata, Angelo Balsamo

Si è conclusa la requisitoria – fiume dei pubblici ministeri, Ignazio Fonzo, procuratore aggiunto, e Salvatore Vella, sostituto procuratore, nel processo a carico dell’avvocato Angelo Balsamo, ex sindaco di Licata eletto con il Pdl, Francesca Bonsignore e l’imprenditore Carmelo Malfitano. I tre sono accusati di corruzione in atti giudiziari, falsa testimonianza, calunnia, ed altro tranne che per Malfitano che risponde di favoreggiamento.

La pubblica accusa ha richiesto: per Balsamo sette anni e mezzo di reclusione; cinque anni per Francesca Bonsignore;un anno e mezzo per Malfitano.

Secondo il pubblico ministero Salvatore Vella l’ex sindaco Balsamo avrebbe istruito una falsa testimone per vincere una causa con una cliente il cui figlio era stato investito da un’autovettura a bordo del suo motorino. Il processo civile al centro della presunte combine poteva avere un esito sicuro e senza alterazioni perché, per una pura casualità, l’intera scena era stata ripresa da una telecamera installata nei pressi della caserma dei carabinieri.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.