AGRIGENTO – Massacra la moglie di botte in un albergo: rinviato a giudizio

E’ accusato di aver massacrato di botte la moglie, in una stanza di un albergo, nell’aprile del 2018. Il quarantasettenne Giovanni Curaba, di Agrigento, deve rispondere di lesioni personali pluriaggravate. La donna non ha mai sporto denuncia. Il processo ha preso il via davanti al giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Giuseppe Miceli, ed è stato subito rinviato al 2 marzo prossimo per il dibattimento, e l’audizione della presunta vittima, e dei poliziotti intervenuti nella camera d’albergo. Curaba è difeso dall’avvocato Fabio Inglima Modica. Quella notte la donna venne trovata con il volto tumefatto, la mandibola fratturata, ematomi ed altre ferite sparse. Proprio per le gravi lesioni riportate in varie parti del corpo, dopo un primo ricovero all’ospedale di Agrigento, era stata trasferita al reparto di Chirurgia Maxillo-Facciale del Civico di Palermo, per essere sottoposta ad un intervento chirurgico.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.