AGRIGENTO – Massimino messo ai domiciliari, Militello deve stare fuori città

Domiciliari per Antonio Massimino e scarcerazione per Liborio Militello. I due erano stati arrestati – l’8 novembre 2016 – dalla Dia di Agrigento per un presunto giro di estorsioni nei confronti di un imprenditore agrigentino.

Torna in libertà, seppur con l’obbligo di dimora fuori dal Comune  di Agrigento, Liborio Militello, 50 anni: la scarcerazione è avvenuta in seguito al mancato rinnovo della notifica al nuovo difensore nominato da Militello, l’avv. Giovanni Castronovo, che aveva presentato ricorso – poi accolto dal Gup di Palermo, Fabrizio Molinari – lo scorso 19 ottobre. Questo errore di notifica ha comportato la scadenza dei termini di custodia cautelare.

E’ stato invece sottoposto agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico – dopo una detenzione presso il carcere di Ancona – Antonio Massimino, 49 anni, difeso dall’avv. Pennica. Il provvedimento è maturato perché si sono attenuate le esigenze cautelari.

 

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.