AGRIGENTO – Migranti umiliati da poliziotto, il console tunisino va in Questura

Dopo la diffusione del video e l’inchiesta aperta da parte della Procura della Repubblica di Agrigento a carico del poliziotto che avrebbe umiliato e picchiato i due giovani migranti presso il centro di accoglienza in contrada Ciavolotta, sono giunti questa mattina presso la Questura di Agrigento il console tunisino Jalel Ben Belgacem e l’addetto sociale Jaballah El BKhairi, per acquisire informazioni sulla vicenda.

Il console, questa mattina è giunto ad Agrigento, e dopo un primo incontro con il capo di gabinetto del questore, si è da subito attivato in maniera istituzionale per acquisire informazioni sulla vicenda”, ha dichiarato il legale Leonardo Marino.

Nella giornata di ieri il pm Cecilia Baravelli ha aperto un’inchiesta, ipotizzando il reato di abuso dei mezzi di correzione, e chiesto al gip Alessandra Vella l’incidente probatorio per acquisire la testimonianza dei cinque tunisini, fra cui i 2 che sarebbero stati percossi e costretti a schiaffeggiarsi fra loro, che si svolgerà mercoledi’ pomeriggio. I Migranti saranno interrogati dallo stesso gip, dal pm e dal difensore del poliziotto indagato: l’avvocato Daniela Posante.

Condividi
  • 14
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    14
    Shares
  • 14
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.