AGRIGENTO – Moncada, “All’Asi c’è una cupola di potere”

Ha innescato un vero e proprio terremoto i licenziamenti all’Asi di Agrigento, adottati dal Commissario straordinario Alfonso Cicero. Appena appreso della decisione di Cicero di mandare a casa i tre ex dirigenti e la punizione sul conto corrente di un quarto impiegato, c’è da registrare l’intervento dell’imprenditore Salvatore Moncada, che non risparmia di parole dure e che certamente provocheranno altre reazioni. “Il commissario Cicero esegue solo quello che gli viene detto dall’alto da chi governa questa terra – dice il re dell’eolico -. Dire che Casesa, Callari e Gibilaro, siano colluse con la mafia, mi pare esagerato. Mi sembra più una tattica dei vari Montante, Venturi e Catanzaro a confermare il loro potere. Siamo dinanzi a posizioni di potere, posizioni che devono essere occupate e difese. Ma adesso i nodi vengono al pettine. In Sicilia c’è una cupola di potere e quelli usati all’Asi in questi ultimi tempi sono i tipici metodi di chi cerca di punire chi la pensa diversamente”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.