AGRIGENTO – Morte Cindy, 3 anni e 6 mesi a Mohamed Jouda

Tre anni e sei mesi di reclusione sono stati inflitti dal gup Alessandra Vella, all’algerino Mohamed Jouda, 21 anni, arrestato nell’ottobre scorso dai carabinieri della Compagnia di Agrigento, nell’ambito dell’inchiesta sulla morte della prostituta colombiana Cindy Vanessa Candelo Arroyo. Il pubblico ministero Andrea Maggioni aveva chiesto la condanna a sei anni e due mesi di carcere, l’avvocato Salvatore Cusumano aveva insistito per l’assoluzione.  La venticinquenne prostituta sudamericana venne trovata cadavere la notte del 17 ottobre dell’anno scorso in un vicolo cieco della via Damareta, ad Agrigento, dopo essere precipitata dalla finestra di casa. Al giovane nordafricano la procura contestava i reati di rapina, violazione di domicilio, e porto abusivo di coltello.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.