AGRIGENTO – “Nacque in ritardo”, condannata l’Asp: deve risarcire 2 milioni di euro

Il giudice della sezione civile, Andrea Illuminati, ha condannato l’Asp di Agrigento a risarcire 2 milioni e 30 mila euro ad una famiglia di Favara. A causa del ritardo nel parto, la neonata – adesso quindicenne – ha riportando danni gravissimi, irreversibili, che l’hanno resa disabile. Lo riporta oggi il quotidiano La Sicilia. Il parto avvenne nel 2001 all’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento. Soltanto nel 2013, la famiglia rivolgendosi all’avvocato Maria Luisa Spoto decise di chiedere il risarcimento del danno subito.

A livello penale non sono state individuate responsabilità in medici ed infermieri. Non è escluso che sia tutto finito. E’ anzi probabile che l’azienda sanitaria provinciale ricorrerà in appello.  

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.