AGRIGENTO – “Nascondeva una pistola con matricola abrasa e hashish”, arrestato 30enne

Detenzione illegale di arma clandestina e detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. E’ per queste ipotesi di reato che, nei giorni scorsi, la Squadra Mobile della Questura di Agrigento, coordinata dal vice questore aggiunto Giovanni Minardi, ha arrestato, in flagranza di reato, Domenico Carista, agrigentino di 30 anni.

Nel corso di una perquisizione domiciliare, effettuata dagli agenti della Squadra Mobile, l’uomo avrebbe cercato – secondo l’accusa -“di disfarsi, gettandolo dal balcone, di un pacchetto di sigarette contenente diverse stecche di hashish, dal peso di circa 22.5 grammi. La circostanza non è sfuggita ai poliziotti che, dopo il “lancio”, hanno raccolto il pacchetto constatandone l’illecito contenuto – ricostruisce ufficialmente la Questura di Agrigento – . Venivano rinvenuti e sequestrati anche un taglierino e un coltello, verosimilmente utilizzati per suddividere lo stupefacente. L’ispezione consentiva di rinvenire una pistola calibro 6.35, con matricola abrasa, armata con sette proiettili, – prosegue la ricostruzione della Questura – nonché altri 23 proiettili per pistola di vario calibro”. Sull’arma, naturalmente, saranno eseguiti gli opportuni accertamenti balistici per stabilire l’eventuale utilizzo in pregressi episodi criminosi. Dopo le formalità di rito, il trentenne è stato portato alla casa circondariale “Di Lorenzo” di Agrigento, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Condividi
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.