AGRIGENTO – No alla revoca dei domiciliari per l’imprenditore Sinatra

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano, condividendo anche quanto ritenuto dalla pubblico ministero Alessandra Russo, ha respinto l’istanza di revoca degli arresti domiciliari imposti all’imprenditore-albergatore, Enzo Sinatra, 83 anni, di Agrigento. Sinatra è indagato perché, in concorso con altri, avrebbe acquistato a prezzo vantaggioso un terreno non alienabile in quanto ricadente nel Demanio e di pregio archeologico. Il difensore di Sinatra, l’avvocato Nino Gaziano, ricorrerà al Riesame contro la decisione del Gip Provenzano. Enzo Sinatra ha ribadito di avere acquistato il terreno al prezzo determinato dal Genio Civile sulla base di altri precedenti d’acquisto in zona. E che lo ha acquistato per provvedere a rimediare a delle infiltrazioni a danno del suo albergo, più volte lamentate alla Soprintendenza, accollando a se stesso quindi l’onere di manutenzione del terreno. Il giudice Provenzano ha ironizzato su tale versione scrivendo che Sinatra, lamentandosi di più, avrebbe potuto anche acquistare il tempio della Concordia.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.