AGRIGENTO – Operazione “Dice-up”: 30 denunciati nel mondo dei giochi[VIDEO]

Dopo sette mesi, il Comando provinciale della Guardia di Finanza di Agrigento fa il bilancio dell’operazione “Dice Up”, con la quale ha mantenuto viva l’attenzione su quello che potremmo definire il “mondo dei giochi”.

Essa, infatti, ha comportato, con cadenza mensile, il contemporaneo impiego di più pattuglie di militari nei confronti delle sale da gioco e dei centri scommesse di uno o più comuni della provincia, per accertarne la regolarità, anche con riferimento all’eventuale presenza di minori, ed al corretto pagamento dei tributi.

Tale servizio, che si giova della possibilità di concentrare più forze in una singola località, consente di ottimizzare l’impiego delle risorse dei vari Reparti della provincia, e si aggiunge alle attività di controllo ordinariamente effettuate.

Con riferimento agli apparecchi denominati “newslot”, l’operazione è stata anche l’occasione per testare e diffondere l’utilizzo del nuovo applicativo “Scaams” che, collegato alle macchinette, permette di far constatare immediatamente se esse inviano telematicamente all’Agenzia, circa l’imposta dovuta, dati corretti. I risultati non hanno tardato ad arrivare: tra la fine del 2013 e i primi cinque mesi del 2014, sono stati impiegati più di 70 finanzieri, i quali hanno controllato quasi 40 esercizi, segnalando circa 30 persone all’Autorità giudiziaria, sequestrando più di 20 apparecchi (a titolo, sia penale che amministrativo) e contestando evasione d’imposta per oltre 3,5 milioni.

 

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.