AGRIGENTO – “Parcheggi Valle Templi”, concluse indagini preliminari

Il 2 ottobre 2012 ad Agrigento è stato il giorno della operazione cosiddetta South Park, parcheggio a sud. La Guardia di Finanza e la Procura di Agrigento hanno scoperto e sventato una presunta maxi truffa a danno dell’ Ente Parco archeologico e del Comune. Adesso la Procura di Agrigento ha notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari a carico di 6 indagati. Si tratta di due dipendenti dell’ Ente Parco, Roberto Sciarratta, 54 anni, e Maurizio Attanasio, 53 anni, e poi Sonia Vella, 31 anni, amministratrice della cooperativa Lagana, Giuseppe Vella, 30 anni, Carmelo Vella, 59 anni, e un ragioniere, Alfonso Zammuto, 64 anni, tutti di Agrigento. I 6 rispondono di associazione a delinquere finalizzata alle truffe e truffa aggravata a danno dell’Ente Parco archeologico e del Comune di Agrigento. La cooperativa Lagana nel 2011 si è aggiudicata l’appalto per la gestione dei 4 parcheggi pertinenti all’area dei Templi : Sant’Anna, Cugno Vela, Museo archeologico e Tempio di Giunone. Ebbene, sarebbero stati stampati e venduti, con numerazioni riprodotte più volte, i biglietti per parcheggiare, nascondendo così il reale incasso, a danno della parte di incasso che spetta per contratto all’ Ente Parco e al Comune. Ad esempio, i privati avrebbero incassato dai biglietti venduti circa 300mila euro all’anno, e nel 2011, dalle scritture contabili, ne risultano solo 80mila. I funzionari dell’Ente Parco indagati non avrebbero mai vigilato e controllato. Su alcuni biglietti stampati, inoltre, sarebbe stato pubblicizzato un ristorante di proprietà dei familiari della titolare della cooperativa. Già il 9 gennaio 2013 il direttore dell’Ente Parco archeologico Valle dei Templi di Agrigento, Giuseppe Parello, ha rescisso il contratto d’ appalto per la gestione dei parcheggi tra l’ Ente Parco e la Cooperativa Lagana di Agrigento.

il parcheggio di Cugno Vela

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.