AGRIGENTO – Peculato per giocare ai Gratta&Vinci, condannato ex direttore di filiale Poste Italiane

E’ di 3 anni e 8 mesi la pena inflitta dal Tribunale di Agrigento all’ex direttore di una filiale delle Poste di Agrigento S. C. di 56 anni, per il reato di peculato assolvendolo per l’accusa di autoriciclaggio. Il processo si è svolto con il rito abbreviato. La pubblico ministero Cecilia Baravelli aveva chiesto la condanna a 6 anni di carcere. Il Gup del Tribunale di Agrigento Stefano Zammuto ha disposto anche che S.C. risarcisca 400 mila euro a Poste Italiane. Secondo gli inquirenti l’ex direttore delle Poste si sarebbe appropriato di 350 mila euro mediante prelievi effettuati sui libretti giudiziari in custodia per poi giocarli a Gratta&Vinci. L’imputato era assistito dagli avvocati Angelo Farruggia e Annalisa Russello.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.