AGRIGENTO – Pedopornografia, nuova truffa telematica

Una nuova truffa informatica, un virus che blocca i computer, sta girando da qualche settimana online. Numerose le segnalazioni in tutta la Penisola. Anche nell’agrigentino decine quelle giunte alla Polizia Postale e alla Guardia di finanza. In realtà, è abbastanza facile capire che si tratta di una truffa, intanto perché la schermata che appare sul Pc dei malcapitati è scritta in un italiano molto goffo e poi perché vengono richiesti soldi per riportare il computer alla normalità: ” Polizia di Stato insieme per la legalità”, con il simbolo della Repubblica Italiana. La scritta prosegue in questo modo: “Attenzione attività illegale nel vostro sistema operativo – avete violato la legge in materia di pornografia minorile – zoofilia- pedopornografia”. L’inquietante comunicazione prosegue minacciando il blocco del computer, a meno che non si paghi una multa di 100 euro, utilizzando modalità di pagamento con carta di credito o altro. Le Forze di Polizia consigliano gli utenti colpiti dall’attacco a non effettuare alcun pagamento, ma esclusivamente segnalare l’accaduto agli inquirenti.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.