AGRIGENTO – Per la morte dell’ex deputato Trincanato imputazione coatta per 2 medici

Imputazione coatta nei confronti di due medici – PierEnrico Marchesa e Tiziana Facella – per l’ipotesi di reato di omicidio colposo. Accolta, invece, la richiesta di archiviazione nei confronti di altri quattro indagati: Guido Martorana, Valentina Alaimo, Giuseppe Barranco e Antonella Pellino. La vicenda è legata alla morte dell’onorevole agrigentino Gaetano Trincanato, storico esponente della Democrazia Cristiana, deputato all’Ars per ben sei legislature ed ex assessore regionale. La decisione è del gip del Tribunale di Termini Imerese Claudio Bencivinni.
Il procedimento deriva dalla denuncia presentata dalla figlia di Trincanato. Due le richieste di archiviazione inoltrate dalla Procura di Termini Imerese: la prima è stata respinta dal Gip che ha disposto nuove indagini; l’ultima è stata parzialmente accolta con l’archiviazione di quattro posizioni e l’imputazione coatta, invece, per i due medici che adesso dovranno affrontare il processo per omicidio colposo. Trincanato morì all’ospedale di Cefalù il 17 gennaio 2016 in seguito ad un aggravarsi delle sue condizioni. Evidentemente la vicenda sarà approfondita in Tribunale.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.