AGRIGENTO – Ponte Petrusa, nuovo sit-in della Cisl davanti la Prefettura

Esplode la protesta dei cittadini di Favara e Agrigento che chiedono a gran voce la riapertura del ponte Petrusa. Lo hanno fatto questa mattina nel corso di un sit in davanti alla Prefettura. Ad animare la manifestazione la Cisl e i sindacati di categoria, con i cittadini di Favara che, fischietti in bocca e cartelloni alla mano, hanno fermato le auto dirette verso le vie del centro.

Sono, infatti, più di duecento i giorni che sono passati dalla chiusura del ponte, giudicato pericoloso per l’incolumità e quindi inagibile. Dopo lo smontaggio però, tutto si è fermato, privando così i cittadini di un’importante arteria che collega la Città dei Templi a quella di Favara. Senza quel viadotto, del quale ne è rimasta solo una metà, per i cittadini favaresi è impegnativo raggiungere il capoluogo di provincia, operazione per la quale devono impiegare almeno il triplo del tempo rispetto al passato.

Dopo la manifestazione, i sindacalisti e una delegazione di cittadini hanno incontrato il prefetto di Agrigento, Nicola Diomede per portare sul tavolo ancora una volta tutti i problemi che la chiusura del ponte Petrusa comporta ai cittadini e ai lavoratori, tra i quali ci sono anche quelli del vicino carcere, costretti ad allungare non di poco il loro tragitto per recarsi a lavoro. Intanto, la prossima settimana ci sarà un incontro tra il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto ed i responsabili dell’Anas, per progettare il futuro di un ponte importante per la viabilità nei paesi della provincia. 

prefettura-ponte

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.