AGRIGENTO – Prefettura:”Controlli green pass e mascherine, gli esiti in provincia”

Nella provincia di Agrigento proseguono da parte delle Forze dell’Ordine i controlli sull’obbligo di possesso del green pass e del green pass rafforzato. Nel mese che sta per concludersi sono stati controllate 12926 persone per green pass, 70 sanzionate per green pass e 94 per dispositivi di protezione, sono stati controllati 2169 attività o esercizi controllati e di questi 40 sono stati sanzionati, nessun cittadino è stato denunciato per inosservanza del divieto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per le persone in quarantena perché risultate positive al virus. I dati, forniti dalla Prefettura di Agrigento, restituiscono un quadro di efficacia degli stessi sia in termini numerici sia in termini di andamento delle sanzioni. Si evidenzia, infatti, una progressiva adesione ed un  rispetto crescente delle norme da parte degli utenti dei servizi sebbene sia ancora sottovalutato e spesso pretermesso l’uso delle dispositivi di protezione da parte della cittadinanza. L’effettività, la visibilità e l’incisività dei  controlli  e le conseguenti sanzioni, in questa provincia,  unite ad una costante attività di comunicazione e di sensibilizzazione sta, quindi, sortendo effetti positivi che si auspica si mantengano e si consolidino attraverso una piena consapevolezza e condivisione da parte della cittadinanza, condizione indefettibile per realizzare il raggiungimento dell’obiettivo comune di contrastare la  diffusione del virus.

Il Prefetto ringrazia tutti gli operatori che quotidianamente contribuiscono alla effettuazione – oculata ed equilibrata – dei controlli e la cittadinanza che sta dimostrando di saper cogliere l’opportunità di aderire alla piena osservanza delle prescrizioni.

Rivolge, altresì, un appello ai cittadini affinché, con senso di responsabilità mantengano ancora questo spirito collaborativo e compiano l’ulteriore sforzo di non abbassare la guardia rispetto alle misure per il contenimento del COVID-19 e ricorda che l’impegno da tutti profuso sia nei controlli che nella spontanea osservanza è diretto a marginare il dilagare del contagio e, pertanto, è necessario che tutti facciano la loro parte per garantire la tutela della salute e la possibilità di svolgere quotidiane attività di vita che contribuiscano anche alla ripartenza sociale ed economica del Paese.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.