AGRIGENTO – Processo “DNA”: la sentenza

Al palazzo di Giustizia di Palermo, a conclusione del giudizio abbreviato, il Giudice per le udienze preliminari, Sergio Ziino, ha emesso la sentenza nell’ ambito dell’ inchiesta antimafia nell’agrigentino cosiddetta Dna, per associazione mafiosa ed estorsioni. Sono stati inflitti 7 anni e 4 mesi di carcere ciascuno a Filippo Focoso, 41 anni, di Realmonte e a Domenico Seddio, 40 anni, di Porto Empedocle. Poi, 7 anni a Salvatore Romeo, 52 anni, di Porto Empedocle. E’ stato assolto Francesco Luparello, 37 anni, di Realmonte.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.