AGRIGENTO – PROVINCIA, il Consiglio conclude i propri lavori approvando i debiti fuori bilancio

Conclusi i lavori del Consiglio provinciale di Agrigento, riunito in seduta di prosecuzione. Nella seduta di ieri sera, infatti, sono stati discussi ed approvati tutti i punti ancora iscritti all’ordine del giorno.

Presenti 16 consiglieri provinciali, oltre agli assessori Schembri, Tannorella, Mazza e Alfonso Montana. I lavori sono stati presieduti da Mario Lazzano.

Il Consiglio ha approvato, all’unanimità, la mozione presentata dai consiglieri provinciali Avarello e Spoto sull’IPIA Fermi di Agrigento che impegna l’Amministrazione a trovare al più presto i locali in modo da garantire agli studenti lo svolgimento della regolare attività didattica.

Successivamente su proposta del Consigliere Bennici sono stati prelevati 5 debiti fuori bilancio, a seguito di sentenze della magistratura, relativi a sinistri stradali e adeguamenti contrattuali, per un importo di circa 240 mila. Le proposte sono state approvate a maggioranza. I Consiglieri D’Angelo, Lazzano, Picone e Roberto Gallo hanno chiesto al Presidente della Provincia di istituire un ufficio legale per evitare aggravi di spesa derivanti da contenziosi  legali che potrebbero essere oggetto di transazione.

Discusse le interrogazioni del Consigliere Cammilleri ed altri sulle manifestazioni estive del 2012 e quella sul tema della Mobilità in provincia di Agrigento.

Il Consigliere Maurizio Masone, co-firmatario delle interrogazioni, ha illustrato le due interrogazioni alle quali ha risposto per l’Amministrazione l’Assessore Schembri.

Sulle manifestazioni estive l’Assessore Schembri ha ricordato come molte manifestazioni non sono state finanziate a causa della esiguità delle somme in bilancio, mentre alcune manifestazioni sono state realizzate grazie all’intervento dell’Unicredit. Schembri ha ricordato che la esclusione di alcuni comuni è stata dovuta alla presentazione in ritardo le domande.

Il Consigliere Masone ha ricordato come la Provincia abbia un regolamento abbastanza farraginoso che deve al più presto essere rivisto.

Sull’interrogazione relativa alla mobilità viaria della provincia, il Consigliere Masone ha ricordato i tagli effettuati da Trenitalia che ha soppresso numerosi treni a cui si somma la situazione la situazione del  trasporto  extraurbano con le autolinee che sono costrette a sopprimere collegamenti. Questa situazione è aggravata dalla mancanza di un piano provinciale dei trasporti. L’Assessore Schembri ha annunciato che l’Amministrazione sta provvedendo a dotare un ufficio che si occupi dei trasporti e possa stilare un piano provinciale. Per quanto riguarda i collegamenti ferroviari la Provincia si sta attivando per chiedere a Trenitalia di ripristinare i collegamenti con Catania e Messina. Il Presidente della seduta Mario Lazzano ha quindi informato l’aula che il Consiglio dovrà essere riconvocato a breve.

Entro il 30 novembre, infatti, dovranno essere approvati gli equilibri di bilancio, le variazioni e gli eventuali assestamenti al bilancio 2012.

 

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.