AGRIGENTO – “Rapinò una prostituta”, condanna confermata

I giudici della sezione penale della Corte d’Appello di Palermo hanno confermato la condanna a 3 anni e 6 mesi di reclusione inflitta in primo grado a Giuseppe Contrino, 28 anni, di Agrigento, ritenuto responsabile di una rapina perpetrata ai danni di una prostituta colombiana che lo aveva riconosciuto dalle foto segnaletiche.  I fatti risalgono al 30 ottobre del 2010 quando la prostituta denunciò di essere stata rapinata all’interno della sua casa di Fontanelle.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.