AGRIGENTO – Risonanza magnetica fuori uso: inaugurata da una settimana

Si ferma l’apparecchio della risonanza magnetica in uso all’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento. Inaugurata appena una settimana fa, ha già fatto registrare il primo guasto. Ieri mattina, a causa del cattivo funzionamento del software, l’apparecchio non è stato messo in funzione. Ad annunciarlo è stato il segretario provinciale della Cgil Funzione pubblica, Alfonso Buscemi, che casualmente si è trovato nel reparto ed ha saputo del disservizio.

«Mi hanno informato – dice Buscemi – del fatto che la Risonanza magnetica aveva registrato un guasto al programma di avviamento e quindi, per tutta la giornata di ieri non è stato possibile utilizzare l’apparecchio. Con qualche disagio per i pazienti che, per poter essere sottoposti all’esame, hanno dovuto raggiungere l’ospedale Barone Lombardo di Canicattì. Quello che ci preoccupa – aggiunge il sindacalista della Cgil Fp – è il fatto che la manutenzione delle apparecchiature è affidata alla casa madre, quindi essendo l’azienda produttrice una multinazionale, i tempi di attesa potrebbero essere lunghi, considerata la concomitanza con il periodo pasquale».

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.