AGRIGENTO – Scatta la “sensibilizzazione” dei Forconi

Disagi limitati in provincia di Agrigento, per la protesta del Movimento dei Forconi, che nei giorni scorsi avevano minacciato blocchi sulle strade principali della Sicilia, ma erano stati fermati dalle Prefetture, che avevano vietato le manifestazioni. Dopo lo stop del Ministero dell’Interno il movimento ha deciso di manifestare lo stesso ma con presidi pacifici e volantinaggi. I gruppi di Forconi stamattina sono presenti alla rotonda Giunone e in contrada Garcitella lungo la strada statale 115 tra Canicattì e Naro, all’altezza dei bivi per Campobello di Licata e Ravanusa. Segnalati solo rallentamenti nella zona della Valle dei Templi. Lunghe file si sono formate sulla statale 115 dal viale Leonardo Sciascia del Villaggio Mosè fino alla zona dei semafori della rotonda Giunone. Comunque non c’è stata paralisi: un picchetto di una decina di manifestanti ha trascorso la notte sul posto e ha effettuato soltanto un volantinaggio. La zona è presidiata da ieri sera dalle forze dell’ordine. La questura di Agrigento ha accolto la richiesta del Movimento dei Forconi e ha autorizzato manifestazioni, ma non i blocchi.

 

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *