AGRIGENTO – Self Service, chiuse indagini preliminari

La procura di Agrigento ha notificato l’avviso di chiusura delle indagini ai 13 indagati – destinatari nel novembre scorso di ordinanze di custodia cautelare – nell’ambito dell’inchiesta su tangenti che coinvolge imprenditori, architetti, componenti dell’ufficio tecnico del Comune di Agrigento e anche un vigile urbano. Gli indagati sono Sebastiano Di Francesco, 53 anni; Luigi Zicari, di 59; Pietro Vullo, 42 anni; Roberto Gallo Afflitto, 42 anni; Alfonso Vullo, 44 anni; Gerlando Tuttolomondo, 74 anni; Emanuele Navarra, 63 anni; Salvatore Palumbo, 69 anni; Rosario Troisi, 54 anni; Calogero Albanese, 52 anni; Massimo Lorgio 42 anni; Vincenzo Lorgio, 89 anni e Pasqualina Sciarratta, 81 anni. Gli indagati, nell’inchiesta condotta dalla squadra mobile devono rispondere, a vario titolo, di associazione a delinquere, abuso d’ufficio, corruzione e concussione. Titolari delle indagini sono il procuratore capo di Agrigento, Ignazio Fonzo e il pm Luca Sciarretta. L’indagine ha evidenziato un giro di tangenti in cambio del rilascio di concessioni, autorizzazioni e varianti edilizie.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.