AGRIGENTO – Si è insediata la nuova giunta comunale.

Oggi è stato il giorno del giuramento della giunta comunale di Agrigento. Sei  gli assessori di Marco Zambuto e, così, la nuova amministrazione comunale è pronta a lavorare per la città. L’insediamento e il giuramento è avvenuto questa mattina. La novità riguarda il nome del sostituto del designato Vittorio Messina. Doveva andare al Patto per il Territorio e così è stato. Diventa assessore, infatti, il presidente del movimento Piero Macedonio. Confermati, invece, gli altri 5 designati: il dirigente scolastico Patrizia Pilato (già vicesindaco nelle ultime settimane precedenti le elezioni); il nuovo vicesindaco Piero Luparello; Ignazio Valenza, segretario dell’Ordine degli avvocati di Agrigento; Giovanni Sciacca, indicato dalle associazioni degli albergatori e, infine, il medico Nino Amato, primo degli eletti al Consiglio comunale nella lista dell’Udc. Una vera e propria scelta politica, per Zambuto, quella di inserire in giunta il presidente del Patto per il Territorio. Tra pochi giorni verranno assegnate le deleghe ai nuovi assessori. Ultimo passo formale per mettere l’Amministrazione nelle condizioni di lavorare e pieno ritmo.

I sei assessori nominati oggi dal sindaco Zambuto dopo il giuramento sono pronti a mettersi a lavoro con grande entusiasmo e spirito di servizio per migliorare e rendere più efficienti i servizi alla città. Di seguito i loro curricula.

 

Antonino Amato è nato ad Agrigento il 18 marzo 1959. Infanzia e adolescenza vissuta a Montaperto. Studi superiori al liceo classico “Empedocle”, laureato in medicina e chirurgia nel 1984, ha esercitato dal 1985 al 1995 la professione presso la casa di cura “Sant’Anna”; successivamente fino al 2002, ha operato come medico nel servizio integrativo di assistenza sanitaria presso il carcere di Agrigento. Dal 1996 è medico di medicina generale convenzionato. In atto è consigliere comunale primo eletto nel gruppo UDC.

Pietro Luparello, medico chirurgo, esercita la professione presso la casa di cura “Sant’Anna” di Agrigento. Nato a Palermo il 4 marzo 1953 e residente ad Agrigento, è sposato e padre di tre figli; è stato presidente del Consiglio provinciale e primo degli eletti nella lista UDC. È stato vice sindaco di Agrigento dal maggio 2007 al marzo 2008. Oggi ha ricevuto il medesimo incarico.

Pietro Macedonio, medico agrigentino, è stato assessore e vice sindaco al Comune di Agrigento. E’ stato assessore provinciale con delega al territorio nel 2008 e allo spettacolo nel 2005; è stato componente della commissione regionale epidemiologica e vice presidente nazionale della commissione territorio e ambiente delle isole d’Italia e dei parchi naturali.

 

Patrizia Pilato, laureata in economia e commercio, consegue l’abilitazione all’insegnamento di discipline economico-aziendali e di quelle giuridiche ed economiche. Dirigente scolastico al liceo scientifico di Caltagirone, dal 2008 dirige l’istituto di istruzione secondaria superiore “Foderà” di Agrigento. E’ componente di  ARMIDA, la rete delle alte professionalità femminili della pubblica amministrazione.

 

Giovanni Sciacca, agrigentino, 42 sposato con due figli, è funzionario presso la Ragioneria Territoriale dello Stato. Titolare di una struttura alberghiera agrigentina, ha ricoperto la carica di vice presidente di Federalberghi di Agrigento, sistema organizzativo di rappresentanza e tutela delle imprese turistico-ricettive.

Ignazio Valenza, avvocato, nato a Canicatti il 5 febbraio 1964 e residente ad Agrigento, esercita la professione forense dal 1990. Specializzato nel ramo penale è consigliere dell’ordine degli avvocati di Agrigento. Impegnato nel campo della formazione, è presidente provinciale dell’ente di formazione ECAP.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.