AGRIGENTO – Società fantasma e false fatturazioni per ottenere contributi: chiuse le indagini per 15

Avrebbero fondato delle società fantasma per ottenere illecitamente finanziamenti anche attraverso la falsificazione di documenti e l’emissione di fatture per operazioni inesistenti. E’ questa l’accusa che la Procura della Repubblica di Agrigento contesta a 15 persone  – imprenditori, consulenti e prestanome – a cui è stato notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari.

Si tratta di Sergio Alfonso Pantalena (ritenuto dagli inquirenti il promotore della presunta organizzazione), Massimo Zicari, 39 anni, Raimondo Clemente, 48 anni, Salvatore Patania, 79 anni, Gisela Draws, 75 anni,  Giuseppe Maraventano, 59 anni, Luigi Giuliana, 53 anni, Giovanni Grisola, 69 anni, Francesco Rizzo, 30 anni, Castrenze La Barbera, 46 anni, Gerlando Celauro, 74 anni, Giovanni Inserra, 32 anni, Calogero Clemente, 71 anni, Cristina Bianca Grazioli, 54 anni.

I reati contestati a vario titolo – alcuni sarebbero già prescritti – sono quelli di associazione per delinquere, falso e truffa aggravata. I fatti contestati dalla Procura si riferiscono al periodo 2004 – 2008. L’indagine è stata effettuata dalla Guardia di finanza di Agrigento. L’inchiesta è stata coordinata dal sostituto procuratore Andrea Maggioni.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.