AGRIGENTO – Sorpresi a rubare cassonetti da deposito dell’Iseda, arrestati due licatesi.

Sono stati sorpresi a rubare cassonetti in ferro del peso complessivo di 13 quintali, pronti a caricarlo su un autocarro, dal deposito dell’Iseda, una delle ditte che si occupa della raccolta dei rifiuti solidi urbani in diversi comuni della provincia di Agrigento. Si tratta di due licatesi, Paolo Mancuso, 45 anni, e Giuseppe Famà, 25 anni, arrestati dai carabinieri della Stazione di Realmonte, e posti agli arresti domiciliari.

Sulla brillante operazione da registrare l’intervento dell’imprenditore e responsabile dell’Iseda, Giancarlo Alongi, “voglio complimentarmi con i carabinieri per l’ottimo e tempestivo intervento. L’arresto dei due licatesi sorpresi a rubare all’interno di una struttura privata di un’impresa è un risultato importante per la sicurezza del territorio che arriva anche grazie al grande lavoro investigativo di tutte le forze di polizia”.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.