AGRIGENTO – “Spaccio alla villa Bonfiglio”: un arresto e una denuncia

I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile e quelli della stazione del Villaggio Mosè hanno effettuato, a partire dalla tarda serata di ieri e per quasi tutta la notte, un maxi controllo sulla movida Agrigentina. L’obiettivo era uno: prevenire e reprimere i reati.

Ad essere arrestato, secondo quanto rendono noto dalla compagnia dei carabinieri di Agrigento, per l’ipotesi di reato di detenzione illecita di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, è stato Giuseppe Nocera di 22 anni. Denunciato, alla Procura dei minorenni di Palermo, un minorenne, pure lui di Cammarata.

“I due – ricostruiscono i carabinieri con un comunicato stampa – sono stati bloccati all’interno della villa Bonfiglio. Eseguita la perquisizione personale sono stati trovati in possesso – proseguono i militari dell’Arma – di 17 grammi di marijuana, suddiva in 18 dosi confezionate. Durante la perqusizione domiciliare, nell’abitazione di Nocera, sono stati rinvenuti – sono ancora i carabinieri a rendere noti i dettagli dell’operazione – ulteriori 113 di marijuana e 5 grammi di hashish, nonché tutto il materiale vario per il confezionamento delle dosi. Durante una perquisizione – aggiungono i carabinieri – è stato, inoltre, denunciato alla Procura di Agrigento un cinquantacinquenne di Cammarata per omessa custodia di due fucili da caccia. Tutto il materiale e le sostanze stupefacenti sono state sequestrate”.

Il ventiduenne è stato posto in regime di arresti domiciliari.

Nel corso del servizio è stata segnalata alla Procura di Agrigento una ventisettenne, M. S.. Dovrà rispondere dell’ipotesi di reato di guida in stato di ebbrezza. La donna è stata controllata, mentre era alla guida della sua autovettura, con etilometro ed è risultata positiva. Controllate, inoltre, 49 autovetture, identificate 85 persone ed effettuate 15 perquisizioni. Sottoposti all’esame dell’etilometro 25 agrigentini.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.