AGRIGENTO – Tasi, il Comune non agevola i contribuenti

I consiglieri comunali del Movimento per le Autonomie di Agrigento, Alfonso Vassallo, Riccardo Mandracchia e Aurelio Trupia, recriminano contro gli uffici amministrativi del Comune perché non hanno inviato al ministero delle Finanze, e non hanno pubblicato all’albo pretorio e nel sito internet del Comune, la parte del regolamento per il pagamento della Tasi che consente al proprietario di affidare, in comodato d’uso a parenti in linea retta entro il primo grado, le seconde case con rendite catastali fino a 500 euro, evitando così di pagare sulle seconde case l’ Imu perché le stesse seconde case sarebbero state ritenute abitazione principale. Dunque, per colpa degli uffici del Comune di Agrigento i contribuenti agrigentini non hanno potuto usufruire di tale agevolazione e di un notevole risparmio. Gli stessi uffici hanno assicurato che in occasione della seconda rata Tasi di dicembre, a saldo, si procederà al conguaglio, compensando o restituendo ai contribuenti i soldi pagati in più rispetto al loro effettivo onere tributario.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.